Camera di Commercio di Pesaro-Urbino
Tu sei qui: Home Regolazione del Mercato Brevetti e marchi Marchi Marchio comunitario Guida al deposito del Marchio Comunitario
Azioni sul documento

Guida al deposito del Marchio Comunitario

Cos'è il Marchio Comunitario

Il marchio comunitario è un marchio valido in tutto il territorio dell'Unione Europea e conferisce al suo titolare diritto di protezione in tutta l'Unione Europea.

Per depositare un marchio comunitario non è necessario aver già depositato un marchio nazionale e la pratica viene gestita direttamente dall'EUIPO (Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale)

Come depositare

Per depositare un Marchio comunitario è necessario:

  1. individuare i prodotti e servizi da tutelare con il marchio che si intende depositare,consultando la Classificazione di Nizza o con una ricerca per parola chiave sul sito TMClass
  2. Effettuare il deposito direttamente all'EUIPO:
    • compilando la modulistica online sul sito EUIPO
    • depositando direttamente la domanda in formato cartaceo, presso: la sede EUIPO - Servizio ricevimento - Avenida de Europa, 4 - E- 03008 Alicante - Spagna
    • oppure, depositandola in uno degli uffici centrali della proprietà industriale degli Stati membri, che provvederà ad inoltrarla all'EUIPO. In Italia il deposito va effettuato presso il Ministero dello Sviluppo Economico - Ufficio Brevetti e Marchi - Via Molise, 19 - 00187 ROMA;

La domanda di Marchio Comunitario va compilata utilizzando una delle lingue ufficiali comunitarie come "prima lingua"; è necessario poi, indicare una "seconda lingua", diversa dalla prima (scelta tra: tedesco, inglese, francese, spagnolo, italiano) da utilizzarsi in caso di ricorsi, opposizioni, osservazioni e altra corrispondenza ufficiale con l'EUIPO;

Costi di deposito del Marchio Comunitario

I costi sono riepilogati in apposita tabella pubblicata da EUIPO.

Uso del Marchio

Entro il termine di cinque anni dalla data di registrazione, i prodotti e/o servizi riferibili al marchio devono essere commercializzati almeno in uno Stato comunitario, pena l'annullamento del Marchio.

Priorità

Il regolare deposito di un Marchio aderente alla Convenzione di Parigi dispone, durante i primi sei mesi dalla data di deposito della prima domanda, di un diritto di priorità per il deposito di un Marchio Comunitario. In tal caso la data della domanda del primo deposito è considerata come data di deposito del Marchio Comunitario

Preesistenza

Se il richiedente o titolare del Marchio Comunitario detiene già un Marchio Nazionale, anteriore e  per prodotti e servizi identici, può rivendicarne la preesistenza, conservando in tal modo i diritti già acquisiti anche in caso di rinuncia o di mancato rinnovo del marchio nazionale.

Area riservata
Standard

Powered by Plone ®

Note legali

Note legali

Privacy

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura delle Marche - Sede di Pesaro e Urbino

C.so XI Settembre, 116 - 61121 Pesaro (PU)
Tel. 0721/3571;  Fax. 0721/31015
P. IVA 02789930423
PEC: cciaa@pec.marche.camcom.it