Camera di Commercio di Pesaro-Urbino
Tu sei qui: Home Regolazione del Mercato Brevetti e marchi Brevetti Brevetto Nazionale Disegni e Modelli Guida al deposito di Disegni e Modelli
Azioni sul documento

Guida al deposito di Disegni e Modelli

Disegno e Modello


Cos'è un Disegno e Modello

E' l'aspetto dell'intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle linee, dai contorni, dai colori, dalla forma, dalla struttura superficiale, dai materiali e/o dal suo ornamento.
Un disegno o modello si riferisce solo all'aspetto esteriore di un prodotto e non alla sua funzione; è un trovato che conferisce ai prodotti uno speciale ornamento grazie ad una particolare forma che esalta le peculiarità stilistiche dell'oggetto, rendendo più attraenti i prodotti di una impresa..

Per prodotto s'intende qualsiasi oggetto industriale o artigianale, compresi tra l'altro i componenti che devono essere assemblati per formare un prodotto complesso, gli imballaggi, le presentazioni, i simboli grafici e caratteri tipografici, esclusi i programmi per elaboratore.

Chi può depositare

Chiunque, persona fisica o giuridica.
Il diritto spetta all'autore del disegno o modello o al suo avente causa.

Durata

5 anni prorogabile per ulteriori cinque anni fino a un massimo di 25 anni (art. 37 c.p.i.).
I disegni e i modelli di intrinseco valore artistico e di carattere creativo particolare possono essere ulteriormente tutelati dal diritto d'autore, estendendo così la durata della tutela fino a 70 anni dopo la morte del titolare (art. 44 c.p.i.).

Quali requisiti occorrono per il deposito

  • non contrarietà all'ordine pubblico e al buon costume
  • novità: nessun disegno o modello identico deve essere stato divulgato prima della data di presentazione della domanda di registrazione ovvero, nel caso si rivendichi la priorità, prima della data di quest'ultima. I disegni o modelli si considerano identici quando le loro caratteristiche differiscono solo per dettagli irrilevanti
  • carattere individuale: impressione che l'utilizzatore informato ha alla visone del modello che si vuole registrare, a differenza dell'impressione dovuta a qualsiasi disegno o modello divulgato prima della data di presentazione della domanda.

Con una domanda per disegno o modello non può essere richiesta la protezione per speciali denominazioni o segni che sono destinati a contraddistinguere specifici prodotti o servizi: questa potrà essere ottenuta solamente mediante una domanda di registrazione per marchio.

REGISTRAZIONE CONTEMPORANEA

Se un disegno o modello è registrabile e nello stesso tempo accresce l’utilità dell’oggetto al quale si riferisce, possono essere chiesti contemporaneamente il brevetto per modello di utilità e la registrazione per disegno o modello. In tal caso dovranno essere presentate due distinte domande e saranno concessi due titoli di protezione.

Priorità di precedenti depositi

Chi deposita in Italia un disegno o modello che sia stato registrato in precedenza in uno Stato estero, facente parte di una Convenzione internazionale ratificata dall’Italia che riconosce il diritto di priorità, può rivendicare che la domanda italiana produca i suoi effetti dalla data di deposito della domanda estera.

Il termine di priorità previsto dalla Convenzione Unione di Parigi, per i disegni o modelli, è di sei mesi.

Quando si rivendica la priorità di un precedente deposito, si devono indicare nella domanda gli estremi relativi;si deve inoltre allegare copia della domanda prioritaria, con relativa traduzione in italiano, da cui si rilevino il nome del richiedente e la data in cui il deposito è avvenuto.

Ricerca preliminare di anteriorità

L’Ufficio Italiano Brevetti e marchi esegue un controllo formale della domanda, ma non verifica l’esistenza di disegni o modelli anteriori. Pertanto, prima di presentare una domanda di registrazione è opportuno fare una ricerca preliminare di anteriorità, per evitare che il disegno che si intende depositare possa essere oggetto di future contestazioni. La ricerca di anteriorità, tuttavia, permette di ridurre, ma non di eliminare completamente, il rischio di depositare un disegno o modello già precedentemente protetto da terzi.

La ricerca deve essere effettuata in tutte le seguenti banche dati gratuite on-line, anche se si intende depositare un disegno o modello in Italia:

Cosa presentare per il deposito

E' possibile richiedere con un'unica domanda la tutela per vari disegni o modelli ("deposito multiplo"), se questi rientrano nella stessa classe merceologica della classifica internazionale sui disegni e modelli (Accordo di Locarno).
La documentazione presentata deve essere firmata in originale su tutte le pagine.

  • Modulo disegni e modelli in 3 copie, compilato secondo le indicazioni dell'apposita guida
  • Descrizione comprendente un breve riassunto, la descrizione vera e propria e le rivendicazioni (eventuali) (n° 1 copia);
  • Disegni o Foto del modello o disegno (n° 1 copia);
  • Eventuale lettera d'incarico o procura (se la domanda è presentata da un terzo incaricato iscritto all'Albo dei Consulenti in Proprietà Industriale o avvocato) con 1 marca da bollo da Euro 16,00

Cosa e quanto pagare

Per il deposito:

  • Euro 100 per Modelli e Disegni singoli
  • Euro 200 per Modelli e Disegni multipli

Il pagamento degli importi deve essere effettuato tramite il Modello F24 rilasciato al termine della procedura di deposito.

Per il rinnovo di Modelli e disegni singoli e multipli:

Euro 30,00 per 2° Quinquennio
Euro 50,00 per 3° Quinquennio
Euro 70,00 per 4° Quinquennio
Euro 80,00 per 5° Quinquennio
Mora pagamento quinquennio entro i 6 mesi: Euro 100,00

Il pagamento degli importi deve essere effettuato all'UIBM tramite Modello F24.

La Circolare del Mise DGLC-UIBM n. 589 del 17/05/2013 prevede che le attestazioni di versamento testimonianti l'avvenuto pagamento dei diritti di mantenimento in vita dei titoli di tutela brevettuale non devono più essere consegnate o spedite né agli uffici camerali, né al Mise DGLC-UIBM, le medesime dovranno essere solo conservate.

Esenzioni
Sono esentati dal pagamento delle Tasse di concessione governativa (art. 18 d.lgs. 460/97; art. 13-bis, tariffa allegata dpr 641/72) e dell'imposta di bollo (art. 17 d.lgs.460/97; art. 27 bis Tabella allegato B dpr 642/72):

  • ONLUS - Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (artt. 10 e 11 del dlgs n. 460/1997), iscritte nell'anagrafe delle Onlus presso il Ministero delle Finanze - Agenzia Regionale delle Entrate;
  • Associazioni di volontariato e le Cooperative sociali, iscritte nell'apposito registro tenuto dalla Regione;
  • Federazioni sportive ed Enti di promozione sportiva riconosciute dal CONI.

Per avvalersi delle agevolazioni previste, occorre produrre la seguente documentazione:

ONLUS,: documentazione attestante l’iscrizione all’Anagrafe Unica delle Onlus istituita presso l’Agenzia delle Entrate o autocertificazione per appartenenza a Onlus iscritta all’Anagrafe Unica delle Onlus di cui sopra;
- ONLUS di diritto (esentate dall’iscrizione all’Anagrafe Unica delle Onlus): attestazione da parte della Regione o autocertificazione recante numero di registrazione dell’organizzazione;
-associazioni sportive dilettantistiche: certificazione di avvenuto riconoscimento da parte del CONI.

Bolli e Diritti di Segreteria:

  • 1 marca da bollo da Euro 16,00 e 1 diritto di segreteria da Euro 43,00 per la ricevuta di deposito in copia conforme all'originale
  • 1 diritto di segreteria da Euro 40,00 per la ricevuta di deposito in copia semplice.

I Diritti di segreteria vanno pagati in contanti allo sportello.

Gli aggiornamenti, le comunicazioni, le istruzioni e la modulistica ufficiale sono reperibili sul sito dell'UIBM.

DISEGNI E MODELLI COMUNITARI E INTERNAZIONALI
Con la registrazione di una domanda di disegno o modello comunitario, il titolare acquisisce un diritto valevole in tutti gli Stati membri dell'Unione Europea.
La domanda può essere depositata presso l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi a Roma, oppure inviata presso la sede dell'EUIPO.

E' possibile anche effettuare un deposito Internazionale presso L'Organizzazione Mondiale della Proprietà Industriale (W.I.P.O.). Si ottiene così la tutela di disegni e modelli nel territorio di Stati europei ed extraeuropei aderenti all'Accordo e al Protocollo di Madrid.

Area riservata
Standard

Powered by Plone ®

Note legali

Note legali

Privacy

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura delle Marche - Sede di Pesaro e Urbino

C.so XI Settembre, 116 - 61121 Pesaro (PU)
Tel. 0721/3571;  Fax. 0721/31015
P. IVA 02789930423
PEC: cciaa@pec.marche.camcom.it