Camera di Commercio di Pesaro-Urbino
Tu sei qui: Home Portale Registro Imprese Servizi di accesso al Registro Carte tachigrafiche

Consulta il Registro Imprese


 


 
 
Azioni sul documento

Carte tachigrafiche

Carte tachigrafiche

l cronotachigrafo digitale è un'apparecchiatura installata su veicoli adibiti al trasporto di merci su strada con massa superiore a 3,5 t ed al trasporto di più di 9 persone che registra tempi di guida e di riposo del conducente nonché velocità e distanze percorse.

Per l'utilizzo del cronotachigrafo digitale è necessaria una carta tachigrafica.

Esistono quattro tipi di carta:

  • Carta del conducente
  • Carta dell'azienda
  • Carta dell'officina
  • Carta di controllo

Ulteriori informazioni sulle carte tachigrafiche possono essere reperite sul sito di Unioncamere.

Carta del conducente

E' la carta personale del conducente del mezzo; deve essere inserita ad ogni spostamento.

Per ottenere il rilascio della carta l'interessato deve presentarsi allo sportello munito di:

  • Modello di domanda compilato
  • Patente di guida (in corso di validità e di categoria superiore alla B)
  • Documento di identità (Carta di identità o passaporto)
  • Codice Fiscale
  • Fototessera

I cittadini extracomunitari devono inoltre produrre la seguente documentazione:

  • permesso di soggiorno in corsi di validità rilasciato per motivi che consentano attività lavorativa
  • copia del contratto di lavoro o dichiarazione del datore di lavoro (per i lavoratori dipendenti)
  • attestato del conducente

Carta dell'azienda

E' la carta dell'azienda proprietaria dei veicoli. Permette di accedere ai cronotachigrafi installati sui propri mezzi e di scaricarne i dati.

Possono essere richieste anche più carte per la stessa impresa. La domanda deve essere presentata dal titolare o dal legale rappresentante, munito di documento di identità personale in corso di validità.

Carta di controllo

E' la carta utilizzata dalle Forze dell'Ordine. L'autorità richiedente può ottenere un numero illimitato di carte di controllo. La domanda deve essere presentata dal responsabile dell'Amministrazione, munito di documento di identità personale in corso di validità.

Informazioni utili

La persona interessata al rilascio del dispositivo deve presentarsi personalmente agli uffici preposti al rilascio (visualizza le sedi e gli orari); non saranno effettuati rilasci a persona delegata.

Ciascuna carta ha un costo di € 37,00 ed è rilasciata allo sportello entro 15 giorni lavorativi. E' possibile richiedere l'invio per posta della carta all'indirizzo del richiedente al costo aggiuntivo di € 3,17 per carta.

Modulistica

 

Carta dell’officina

La carta dell'officina è richiesta ai centri tecnici autorizzati per poter effettuare operazioni di installazione e riparazione di tachigrafi digitali. Permette di testare e tarare il tachigrafo, di rilevare e trasferire i dati; è l’unica carta che consente di modificare il funzionamento dell’apparecchio.

Di color rosso, la carta riporta la denominazione e l'indirizzo dell'officina, nonché il numero di iscrizione al Registro delle Imprese. Unitamente alla carta dell'officina viene rilasciato al richiedente un codice di accesso (PIN).

Il responsabile tecnico o il tecnico potrà operare soltanto se in possesso di uno specifico attestato di formazione rilasciato dal fabbricante del tachigrafo.

La carta dell'officina ha un periodo di validità di 1 anno.

Il rilascio della Carta dell’Officina è legato quindi all’autorizzazione dei Centri Tecnici a effettuare le operazioni di primo montaggio, di attivazione e di intervento tecnico rilasciata dal Ministero previa richiesta alla Camera di commercio competente per territorio (D.M. 10/08/2007).

Per ottenere la Carta dell’Officina i titolari dei Centri Tecnici devono presentare idonea documentazione che attesti il possesso dei requisiti di conoscenza tecnica di ciascun responsabile tecnico e di ciascun tecnico. Tali requisiti si ottengono mediante un’attività di formazione pratico-teorica della durata di almeno 20 ore e periodici aggiornamenti.

Nel caso in cui venga nominato un nuovo responsabile tecnico del Centro o un nuovo tecnico, il Centro Tecnico deve restituire la Carta dei soggetti non più in servizio o non più autorizzati ad operare sul tachigrafo digitale e presentare nuova domanda di rilascio della Carta Officina presentando la documentazione necessaria per i nuovi tecnici.

Ciascuna Carta tachigrafica può essere utilizzata unicamente dal responsabile tecnico o dal tecnico con il nome del quale è stata personalizzata.

Il Centro Tecnico è responsabile dell’utilizzo e della conservazione delle carte tachigrafiche.

Il Centro Tecnico deve impedire l’uso della carta tachigrafica al responsabile tecnico o al tecnico dispensato dal servizio. In tal caso il Centro Tecnico restituisce la carta tachigrafica alla Camera di Commercio che l’ha rilasciata.

Ogni responsabile tecnico e ogni tecnico è tenuto a firmare i rispettivi documenti, alla consegna della carta tachigrafica, accettando le condizioni di uso e conservazione della stessa, impegnandosi a non divulgare il codice PIN che gli è stato assegnato e ad informare tempestivamente il Centro tecnico in caso di funzionamento non corretto, perdita o furto della carta tachigrafica.

Tutte le carte tachigrafiche rilasciate al Centro Tecnico, devono essere custodite presso il Centro stesso.

I Centri Tecnici utilizzano esclusivamente le carte che sono loro assegnate dalla Camera di Commercio.

Il Centro Tecnico è responsabile della richiesta di nuove carte tachigrafiche per sostituire quelle scadute o quelle non correttamente funzionanti.

Richiesta e rinnovo della carta officina

Documenti da presentare:

  • modulo di richiesta compilato e firmato digitalemente;
  • copia leggibile del documento di identificazione che identifica il titolare o legale rappresentante del centro tecnico autorizzato;
  • copia leggibile del documento di identificazione che identifica il tecnico titolare della carta;
  • ricevuta di pagamento del prescritto diritto di segreteria camerale nonché delle spese per la postalizzazione della carta, se richiesta;

Alla scadenza del periodo di validità oppure in caso di rinnovo o sostituzione la carta tachigrafica deve essere restituita alla Camera di Commercio. La restituzione deve avvenire anche nel caso in cui vengano a mancare i requisiti necessari per ottenere la carta, nonché nel caso in cui il tecnico titolare della carta non sia più alle dipendenze del centro tecnico autorizzato.

Diritti di segreteria

Il costo di ogni singola carta dell’officina è di € 43,34 (€ 37,00 per diritti di segreteria per prima emissione, rinnovo e sostituzione per smarrimento o furto e € 6,34 per le spese di spedizione). La postalizzazione della carta e del PIN avviene con buste separate.

Il pagamento può essere effettuato:

  • mediante bonifico bancario alle seguenti coordinate bancarie: IT86T0311113310000000020174 - UBI BANCA Spa - Filiale di Pesaro
    beneficiario: Camera di Commercio di Pesaro e Urbino - indicando nella causale la dicitura: "rinnovo carta officina:"
  • mediante bollettino di c/c postale n.186619 intestato a Camera di Commercio di Pesaro e Urbino - indicando nella causale la dicitura: "rinnovo carta officina:"

Invio della richiesta di rilascio o rinnovo della carta officina

Il modulo di richiesta firmato digitalmente, unitamente alla copia del documento di riconoscimento ed al pagamento dovrà essere inviata da casella di P.E.C. alla casella di P.E.C. di questa Camera di Commercio: cciaa.pesaro-urbino@ps.legalmail.camcom.it

 

Tachigrafo digitale

L'installazione, la riparazione, la tarature e la verifica periodica dei tachigrafi digitali possono essere eseguiti esclusivamente dai centri tecnici preventivamente autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Per informazioni circa il tachigrafo digitale, la normativa e l’elenco dei Centri Tecnici abilitati si veda il sito dell’Unioncamere.

Autorizzazione - primo rilascio

L'autorizzazione è rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico previa domanda alla Camera di Commercio, che svolge l'esame istruttorio preventivo. Il Ministero rilascia l'autorizzazione dopo l'accertamento del possesso di tutti i requisiti previsti dal D. M. 10/08/2007, assegnando al centro tecnico un codice identificativo.

Possono essere autorizzati in qualità di centri tecnici:

  • i fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di veicoli con impianti di produzione in Italia, sui cui veicoli vengono montati cronotachigrafi digitali,
  • i fabbricanti di carrozzerie per autobus e autocarri, nelle cui carrozzerie vengono montati tachigrafi digitali,
  • i fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di tachigrafi digitali, nonché le officine concessionarie,
  • le officine di riparazione dei veicoli nel settore meccanico o elettrico

L'autorizzazione ha durata di un anno ed è rinnovabile a condizione che sussistano i requisiti previsti.

L'istanza, in bollo, deve essere redatta sull'apposito modello disponibile alla sezione modulistica. E' dovuto il pagamento di € 370,00 per diritti di segreteria.

L'istanza assieme a tutta la documentazione richiesta dovrà essere inviato via posta alla Camera di Commercio.

I soci, i dirigenti ed il personale del centro tecnico non possono partecipare ad imprese che svolgono attività di trasporto su strada. Detto divieto non opera nei confronti dei soci, dei dirigenti e del personale dei centri tecnici che partecipano ad imprese che svolgono attività di vendita di veicoli, cui è correlata un'attività di trasporto e di locazione senza conducente di veicoli a terzi, a condizione che il centro tecnico non svolga interventi sui veicoli di proprietà dell'impresa di vendita cui è correlata l'attività di trasporto o di noleggio.

Variazioni dei dati del Centro tecnico tachigrafi digitali

Il Centro tecnico comunica le variazioni riferite: alla ragione sociale, alla sede operativa dell'azienda, alla cessazione di rami d'azienda, all'organigramma del centro tecnico al Ministero dello Sviluppo Economico ed a Unioncamere per il tramite dell’Ufficio metrico. Il Ministero annota le variazioni sull'autorizzazione già concessa, ovvero, a seconda delle variazioni dichiarate, invita il richiedente a presentare una nuova domanda di autorizzazione.

L'istanza, in bollo, deve essere redatta sull'apposito modello disponibile nella sezione modulistica. L’istanza assieme a tutta la documentazione richiesta dovrà essere inviato via posta alla Camera di Commercio.

Rinnovo annuale dell'autorizzazione

Prima della scadenza annuale, il centro tecnico deve presentare all’Ufficio metrico della Camera di Commercio un’autodichiarazione ai fini del rinnovo annuale, allegando la documentazione elencata nel modulo e l’attestazione di pagamento dei diritti di segreteria

L'istanza, in carta semplice, deve essere redatta sull'apposito modello disponibile nella sezione modulistica. E' dovuto il pagamento di € 185,00 per diritti di segreteria.

Il modulo di richiesta firmato digitalmente, unitamente alla copia del documento di riconoscimento ed al pagamento dovrà essere inviato da casella di P.E.C. alla casella di P.E.C. di questa Camera di Commercio: cciaa.pesaro-urbino@ps.legalmail.camcom.it

 

Cronotachigrafo analogico

Il Ministero dello Sviluppo Economico non rilascia più autorizzazioni per il montaggio e la riparazione di cronotachigrafi analogici dal 26/05/2005

Vidimazione nuovo registro

All'esaurimento di un registro l'officina, autorizzata alla riparazione dei cronotachigrafi analogici, deve tempestivamente presentare all’Ufficio metrico un nuovo registro per la vidimazione ed esibire il vecchio a riprova della continuità delle registrazioni effettuate.

Variazioni dei dati dell’Officina cronotachigrafi analogici

L’Officina cronotachigrafi analogici comunica le variazioni riferite alla ragione sociale o alla sede operativa dell'azienda al Ministero dello Sviluppo Economico per il tramite dell’Ufficio metrico. Il Ministero annota le variazioni sull'autorizzazione già concessa.

L'istanza, in bollo, deve essere redatta sull'apposito modello disponibile nella sezione modulistica.

L’istanza assieme a tutta la documentazione richiesta dovrà essere inviato via posta alla Camera di Commercio.

Area riservata
Standard

Powered by Plone ®

Note legali

Note legali

Privacy

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura delle Marche - Sede di Pesaro e Urbino

C.so XI Settembre, 116 - 61121 Pesaro (PU)
Tel. 0721/3571;  Fax. 0721/31015
P. IVA 02789930423
PEC: cciaa@pec.marche.camcom.it