Camera di Commercio di Pesaro-Urbino
Tu sei qui: Home newsletter Registro Imprese 15 marzo 2016 - Newsletter Registro Imprese di Pesaro e Urbino

15 marzo 2016 - Newsletter Registro Imprese di Pesaro e Urbino


15/03/2016

Qualità della banche dati P.E.C. e bilanci d’esercizio

Il Sistema Camerale nazionale ha di recente avviato una serie di iniziative a largo raggio per migliorare la qualità delle informazioni contenute nel Registro delle Imprese per le quali necessita una collaborazione attiva di tutta l’utenza interessata.

Nel corso del 2016 saranno avviate in particolare attività finalizzate, nello specifico, al miglioramento della qualità della banca dati degli indirizzi di posta elettronica certificata (PEC) di tutte le imprese iscritte nel registro e della banca dati dei bilanci delle società di capitali.

Banca dati delle P.E.C. delle imprese individuali e delle società

Sulla base di quanto stabilito da una direttiva vincolante emanata di concerto dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero della Giustizia, sono state fissate le condizioni di legittimità per l’iscrizione e la permanenza nella banca dati del registro delle imprese dell’indirizzo PEC delle imprese.

Tali condizioni prevedono che l’indirizzo PEC:

  1. debba essere nella titolarità esclusiva dell’impresa;

  2. debba essere univoco (ovvero non può essere condiviso con altro soggetto)

  3. debba essere attivo al momento dell’iscrizione nel registro imprese e rimanere attivo per tutta la vita dell’impresa.

Si invita pertanto a verificare la sussistenza dei predetti requisiti e, se del caso, ad effettuare le modifiche necessarie.

Si ricorda che dette modifiche devono essere iscritte nel registro imprese mediante comunicazione unica, in esenzione da diritti di segreteria e imposta di bollo.

Banca dati dei bilanci d’esercizio delle società di capitali

Come è noto l’art. 2435 del codice civile, richiamato anche dall’art. 2478 bis per le s.r.l., prevede che il bilancio d’esercizio deve essere depositato dagli amministratori nel registro delle imprese entro trenta giorni dalla data di approvazione.

La circolare ministeriale n° 3668/C del 27/02/2014 ha previsto la possibilità per gli amministratori di depositare anche il progetto di bilancio non approvato, che dovrà essere corredato di idonea documentazione a comprova della mancata approvazione:

  • per le S.R.L.: verbale di assemblea in prima convocazione andata deserta o che non raggiunge il quorum costitutivo;

  • per le S.P.A.: verbale di assemblea, anche in seconda convocazione, andata deserta o che non raggiunge il quorum costitutivo;

  • per S.R.L. e S.P.A.: verbale nel quale espressamente l’assemblea delibera di non approvare il bilancio.

Si ricorda che in caso di bilancio non approvato, le modalità di deposito sono le seguenti:

Comunicazione Unica, modulo S2, compilazione del riquadro XX-note con l’indicazione che si tratta di deposito di bilancio non approvato. Per l'istanza sono dovuti euro 65,00 per l'imposta di bollo e euro 90,00 per i diritti di segreteria.

Area riservata
Standard

Powered by Plone ®

Note legali

Note legali

Privacy

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura delle Marche - Sede di Pesaro e Urbino

C.so XI Settembre, 116 - 61121 Pesaro (PU)
Tel. 0721/3571;  Fax. 0721/31015
P. IVA 02789930423
PEC: cciaa@pec.marche.camcom.it